SIAMO SERI, PER FAVORE!

Avremmo voluto scherzare sul fatto che tre “dirigenti nazionali” UGL Trasporti siano costretti ad inventarsi una inesistente sezione sindacale metalmeccanica a Linate solo per poter partecipare alle elezioni della locale RSU, ma preferiamo lasciare il giudizio agli osservatori.

Infatti, in attesa del Natale è arrivata alla commissione elettorale per il rinnovo della RSU di Linate una lista di una certa “Segreteria Provinciale Milano Linate” e fin qui, apparentemente, nulla di strano.

La commissione elettorale non aveva fatto ancora in tempo a prendere visione del contenuto della lettera di presentazione della che subito i nazionali UGL, presi da fretta incontenibile, si erano lamentati di una discriminazione inesistente ed erano corsi ad affiggere i nomi dei loro candidati nella bacheca della torre di controllo, mentre, da regolamento, avrebbero dovuto aspettare almeno la chiusura delle candidature il 2 gennaio 2017.

Compreso l’incidente e spenta la polemica inutile la commissione ha potuto prendere visione con calma della lista e si è accorta di un possibile piccolo difetto di provenienza: la firma apposta in essa risulta essere di un Segretario Nazionale Generale UGL ENAV Trasporti e non metalmeccanico, quello stesso segretario che aveva nominato dal nulla, con una fulminea e sospetta carriera sindacale, i due segretari nazionali Techno Sky Trasporti che sono indicati nella lettera e che ora dovrebbero essere anche in corsa come RSU di Linate.

Ma anche la lettera di lamentele per la poco fulminea accettazione della candidatura era strana, la firma risulta essere, infatti, del Segretario Provinciale in carica UGL Trasporti di Milano Linate, dipendente della società di gestione aeroportuale SEA ed i cui recapiti, curiosamente, corrispondono a quelli già presenti nella lettera di candidatura e tutti appartenenti al settore Trasporti UGL: email segreteria@ugltrasportoaereo.it, indirizzo Segreteria Provinciale UGL Trasporti di Milano Linate, Uffici Staff Aerostazione Linate Viale Forlanini – 20138 Milano, Tel. 02.74852769 e Fax: 02.700439146.

I siti web http://uglmilanolinate.blogspot.de/ e http://www.ugltrasportoaereo.it/home/, completano il quadro informativo.

Non ci direte quindi che il gruppetto si è inventato per l’occasione una sezione sindacale Metalmeccanica dove non esiste?

Forse, dato che firmare da parte di un funzionario dei trasporti un documento sibillino deve non compare alcun riferimento tranne una “M” che dovrebbe forse significare Metalmeccanico alla fine della scritta “per UGLM-UGL Regionale Lombardia e Territoriale” appare molto sospetto.

UGL, si sa, è un sindacato molto vuoto, così vuoto da non avere molte sedi territoriali e lo si evince chiaramente dal loro scarno sito web ufficiale, ma a Milano, però, la sede c’è, eccome, e si trova in Via Porpora 90, il Segretario provinciale in carica risulta chiamarsi Fabrizio Rigoldi, e-mail fabrizio.rigoldi@ugl.milano.it, e se proprio non sapeste dove scrivere esiste persino una segreteria nazionale che ha come indirizzo email segreteria@uglmetalmeccanici.it, telefono 06.4741808 e fax 06.4881236.

A Linate nulla, dato che Rigoldi ha competenza anche per Lodi non essendovi molte sedi in lombardia.

Eh, già, a questo punto abbiamo a che fare con un bel mistero, un gruppo di trasformisti che per l’occasione si vestono di una tuta blu cucita in casa per confondersi tra i metalmeccanici che da sempre dicono di odiare.

Il perchè lo facciano sembra facilmente intuibile, anche se loro si sentono già nei trasporti da molto tempo le RSU da eleggere, invece, sono ancora per un po’ Metalmeccaniche e da qui, probabilmente l’uso di quel UGLM, dove la “M” eloquente e sibillina servirebbe a disorientare la commissione elettorale e potersi candidare. Furbetti!

Certo, essere metalmeccanici, contraddicendo tutti gli slogan inutili da essi fino ad ora usati, è ancora requisito indispensabile per partecipare all’elezione delle RSU, lo sanno bene e lo affermano anche loro stessi quando nelle loro lamentele ricordano che “All’elezione della r.s.u. possono concorrere liste elettorali presentate dalle: a) organizzazioni sindacali di categoria aderenti a confederazioni firmatarie del presente accordo oppure dalle organizzazioni sindacali di categoria firmatarie del contratto collettivo nazionale di lavoro applicato nell’unità produttiva”;

Già, “di categoria“, ma quale categoria? Metalmeccanica, ovviamente dato che lo confermano anche loro, quando aggiungono “la nostra candidatura seppur temporanea nel Comparto metalmeccanico” …

Ma UGL Trasporti, mittente della lista e reperibile a tutti i recapiti indicati, non è Metalmeccanica nè firmataria o sottoscrittrice dell’accordo sulle RSU e quindi non titolata a candidare nessuno e molto probabilmente il settore metalmeccanico UGL non sa nulla e quella “M” alla fine della sigla servirebbe a confondere la commissione senza coinvolgere il sindacato da loro tanto odiato, seppur confederato, ed in assenza di contraddittorio permettere loro ancora una volta di creare inutile scompiglio, tanto l’azienda continuerà a supportarli come ha fatto fino ad oggi ed in fondo loro sono chi sono e noi non siamo un …, come insegna il Marchese dl Grillo.

Uno, nessuno, centomila, ma con la DA ENAV a coprirgli spalle e chissà perchè!

Ma se vale sempre il già espresso concetto di “accà nisciuno è fesso”, e basta leggere tutte le parole della lista presentata per capire che il vero segretario metalmeccanico probabilmente non sa nulla della vicenda, diventa vitale capire perchè lo stiano facendo: perché tre importanti, accreditati e titolati segretari nazionali trasporti sono così interessati ad un semplice rinnovo di RSU da doversi nascondere addirittura dal loro stesso sindacato e creare sezioni temporanee ad arte?

Cosa c’è sotto? Qual’è la posta in gioco, se oggi è diventato così importante per dei “nazionali trasporti” diventare anche RSU Metalmeccaniche di Linate?

Forse il messaggio di INTERNALIZZAZIONE degli altri candidati è così pericoloso per l’azienda da dover essere fermato con qualsiasi mezzo, anche a costo di perderci la faccia?

Al momento non lo sappiamo, quello che, invece, sappiamo per certo è che questi candidati si fecero già notare due anni fa per la loro stravaganza nel gestire in proprio una votazione della RSU di Linate, poi invalidata attraverso la raccolta di 40 firme di lavoratori e ripetuta a seguito della contestazione generale, poichè la loro unilaterale commissione non accettò la candidatura della lista FIOM CGIL a causa di un’interpretazione che avrebbe visto un giorno di ritardo sulle scadenze.

Alla successiva tornata valida questi non si presentarono più, considerando superiore il loro ruolo nazionale e nonostante l’intercessione, accettata dalla commissione elettorale, della DA Techno Sky in persona per posticipare il termine di presentazione delle liste e permettere anche la loro candidatura.

Narra anche una leggenda da essi divulgata che per questi fatti giaccia nei loro cassetti segreti ed impenetrabili una denuncia per “attività antisindacale” ed un ricorso vinto presso l’Unione Industriali Metalmeccanici di Milano. Atti pesanti, se fondati, ma dei quali non ebbe mai la minima traccia.

Le prove, invece, ci sono eccome del fatto che recentemente ad uno di questi altolocati candidati era servita una raccomandazione per mantenere i propri privilegi ed il gruppetto non aveva esitato minimamente a chiedere compatto l’intercessione delle alte sfere ENAV per farsi i propri interessi, ottenuti poi senza vergogna ed a discapito dei propri colleghi.

La commissione elettorale ha contestato oggi i fatti ai signori nazionali e provinciali UGL Trasporti, che dovranno produrre la prova di essere metalmeccanici o presentati da un sindacato metalmeccanico, ma comunque andrà a finire, dopo questa ennesima mistificatrice trasformazione ognuno può continuare a pensare quello che vuole, ma noi restiamo convinti ancor di più che serva fare quadrato intorno all’INTERNALIZZAZIONE, che deve essere richiesta da tutti, insieme ed al più presto, anche per proteggerci da questi strani personaggi che tutto sembrano avere a cuore tranne che essere seriamente impegnati a farci davvero assumere in ENAV.

Siamo seri, per favore, e non remiamo contro: INTERNALIZZAZIONE è la parola, il resto sono pagliacciate.

Scarica qui la lista dei candidati UGL(M?) di Linate

Scarica qui la lamentela UGL Trasporti Linate

Sacrica articolo con elenco qualifiche UGL MilanoLinate

Stampa