VERGOGNA!

Stampa

QUARANTAQUATTRO colleghi sono stati licenziati ed ora sono oggetto dell’arma aziendale più bieca ed utilizzata negli ultimi anni: il RICATTO!

Nel silenzio generale 44 colleghi di SICTA, società che si occupa dell’attività di ricerca strategica e sviluppo software in ambito ATM, tecnici ATSEP e nostri colleghi a tutti gli effetti, sono stati licenziati ponendo irrevocabilmente la società in liquidazione ed ora viene richiesto a meno della metà di loro di demansionarsi e trasferirsi per continuare ad avere una speranza nel futuro, ma distruggendone le vite.

Il RICATTO, tramite Techno Sky, è già stato usato molte volte da ENAV: quando ha fatto disdettare i nostri contratti per confezionare indisturbata un CCNL TA  sezione ATM per intrappolarci sindacalmente, quando ci ha allettato fingendo di assumere per primi proprio i dipendenti SICTA oggi in mezzo alla strada, quando ha finto di pagarci per accettare il passaggio di settore oggi proposto a costo zero.

Se non reagiamo domani userà proprio i lavoratori SICTA, speriamo diventati tutti nostri colleghi, come pretesto per costringere le RSU Techno Sky a restare spettatori inermi e dare ulteriore solidarietà.

Meno della metà dei lavoratori SICTA hanno ricevuto offerte di assunzione capestro per dividere ulteriormente le persone e sfruttare la loro disperazione, quando ENAV continua ad aumentare il profitto ed a farsi bella in borsa con il sangue e la dignità delle persone.

VERGOGNA!

Dovrebbe essere il sentimento dei dirigenti che pensano queste cose e di quelli che le attuano, invece si presentano da noi a testa alta e dovremmo persino ringraziare per il male che ci fanno.

ENAV non gioca solo con i suoi conti in forte attivo e crescita, ma anche con la vita e la dignità umana, 67 milioni di utile, che si avviano a diventare 70, realizzati succhiando sangue e linfa vitale ai dipendenti, in particolare Techno Sky e SICTA, e dato che sappiamo già che si tratta di una “semplice” riorganizzazione e che il personale proseguirà lo stesso lavoro di prima senza nessun cambiamento, è certificato il RICATTO.

USB DICE BASTA!

IL PERSONALE SICTA LICENZIATO DEVE ESSERE IMMEDIATAMENTE RIASSUNTO IN TECHNO SKY CONGELANDO LA SITUAZIONE LOGISTICA E CONTRATTUALE PREESISTENTE!

Proclamiamo quindi lo stato di agitazione nazionale, chiedendo il ripristino della serenità per il personale SICTA licenziato tramite l’assunzione in Techno Sky, la solidarietà e partecipazione di tutti i dipendenti Techno Sky alle nostre iniziative ed un incontro urgente del Coordinamento Nazionale delle RSU Techno Sky al completo con l’Amministratore Delegato Massimo Bellizzi sfruttando la data già calendarizzata del 31 maggio 2017, invitando le altre OOSs a fare altrettanto.

Lì, 26/05/2017

Coordinamento Nazionale USB Techno Sky

Scarica qui e diffondi il volantino