QUANDO IL SINDACATO FA COMODO

Stampa

RICONOSCIMENTO

Contrariamente al valore che tutti diamo a questa parola il “riconoscimento” di un sindacato o di un’organizzazione non risiede nell’essere invitati o meno dalla controparte, ma bensì nel semplice fatto giuridico di “esistere” legittimamente.

Sotto questo aspetto il Comitato per l’Internalizzazione di Techno Sky in ENAV non esiste e non è quindi non solo “riconosciuto” da chicchessia, ma nemmeno “riconoscibile”, dato che si tratta di un movimento di opinione e nient’altro.

Il sindacato USB, invece, ad esso associato è “riconosciuto” in quanto esiste legittimamente e legalmente ed ha “diritto” di agire in tal senso a norma dell’articolo 39 della Costituzione Italiana.

La riprova è il fatto che nessuno in azienda ha mai messo in dubbio la presenza di suoi rappresentanti, l’elezione di questi ad RSU e vengono normalmente prelevate persino le trattenute delle quote sindacali, azioni che, se negate, avrebbero immediatamente ottenuto la repressione giudiziaria per “condotta antisindacale”.

TRATTATIVA

Detto questo il passo successivo: la trattativa con la controparte.

Mentre per il riconoscimento legale e giuridico esiste un diritto, per la trattativa questo diritto non solo non esiste, ma la legge e la giurisprudenza convengono su di un punto: la trattativa si conquista.

In pratica la trattativa con la controparte è subordinata a due sole possibili condizioni:

  1. si conquista con la lotta
  2. fa comodo alla controparte

Altre ragioni non sono conosciute od ipotizzabili.

SINDACATI DI COMODO

La ragione per cui fu introdotto l’articolo 17 della legge 300/70, i sindacati di comodo, era proprio per evitare che le aziende, attraverso strutture sindacali compiacenti, creassero confusione e potessero impedire ai lavoratori di conquistarsi liberamente la trattativa.

RISULTATO

La conclusione dell’equazione è che la trattativa è una variabile che può realizzare due condizioni, quella che fa comodo o quella che vi si è costretti, con la logica conseguenza che se non vi si è costretti, od addirittura si chiamano autonomamente i sindacati, evidentemente fa comodo.

Quello che sta succedendo da due anni è che ENAV fa chiamare da Techno Sky alcuni soggetti sindacali rifiutando il contatto con altri, allo stato cinque su un totale di sei sigle sindacali presenti in azienda sono autonomamente invitate ad una trattativa palesemente inconcludente, mentre una sigla sindacale, USB, viene tenuta a distanza, l’unica che parla chiaro ed è formata da soli lavoratori della base.

CONCLUSIONE

Fate voi, se i sindacati inconcludenti invitati non sono di comodo sono perlomeno comodi, dato che non portano a nulla.

Per cambiare bisogna lottare, ma per lottare si deve avere una base ed un consenso palese adeguato.

Se vogliamo ottenere qualcosa per davvero dobbiamo costituire un esercito, il centro reclutamento è aperto, servono RSU ed iscritti.

Dipende da tutti voi.

Quando saremo uniti vinceremo, dipende da tutti voi, solo da voi, noi ci siamo.