PARTITA LA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE PER L’INTERNALIZZAZIONE

Stampa

FIRMA E FAI FIRMARE LA PETIZIONE PUBBLICA

CLICCA QUI -> BASTA CON IL PRECARIATO IN ENAV! <-

La petizione è pubblica perché lo spreco è di denaro pubblico: precarietà ed appalti a spese dei contribuenti.

Assorbire TUTTO il personale è facile, economico e conveniente, altrimenti sarà stato solo un regalo dello stato alla proprietà Vitrociset dalla quale non sono stati acquisiti immobili od altri valori, solo PERSONE!

Per questo è ora di finirla, la vita delle persone vale di più del denaro regalato agli amici, siamo stanchi di case e lauree “a propria insaputa”, noi sappiamo benissimo come stanno le cose, si agevola la quotazione in borsa coprendo costi inutili sulla testa dei lavoratori e senza efficientare davvero il sistema, un cappotto luccicante che nasconde abiti stracciati.

ESPERITA LA CONCILIAZIONE AL MINISTERO

Come previsto dalle procedure, si è tenuta in data 25 gennaio 2018 la 2° fase della procedura di raffreddamento per l’agitazione in corso.

Come previsto sono stati convocati gli enti coinvolti come controparte, vale a dire la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed il Ministero ha voluto convocare anche ENAV e Techno Sky, separatamente, per via della nostra appartenenza quali loro dipendenti.

Come previsto non si è presentato nessuno, solo la DA Techno Sky che ha immaginato che la vertenza fosse contro l’azienda ed alla quale è stato spiegato che non era così: siamo arrabbiati con il Governo che non ha concluso l’iter di internalizzazione del personale acquisito a suon di milioni di denaro pubblico e mai realmente assunto.

Per dotare ENAV del necessario personale tecnico sarebbe stato sufficiente nel 2005 assumerlo da Vitrociset, invece il Governo scelse, con la motivazione di scongiurare l’appalto internazionale e salvaguardare la sicurezza aerea e nazionale senza soluzione di continuità, di “comprarlo” dalla vedova Crociani per una cifra quasi doppia del valore di mercato dell’intera azienda: 108 milioni di euro.

Nessun immobile od altro valore fu acquisito con il personale, limitando la spesa alla manodopera.

A distanza di oltre 12 anni il personale transitato e quello neoassunto per le esigenze di servizio non sono ancora stati incorporati in ENAV.

Techno Sky lavora SOLO per ENAV e fornisce ad ENAV servizi per essa istituzionali, nello specifico quelli di Comunicazione, Navigazione, Sorveglianza e Meteo, in esclusiva od in concorso con ENAV, servizi certificati ad ENAV e forniti nella realtà da Techno Sky.

Per ottenere giustizia, risparmio e maggior sicurezza nel futuro e per l’assistenza al volo stiamo producendo una campagna mediatica che crescerà nel tempo con nuove iniziative.

Sappiamo bene che ENAV e le istituzioni, per differenti ragioni, sono tutte contro di noi, cercano di renderci invisibili per evitare di dover finalizzare un processo temendo chissà quali scompensi: non succederà nulla!

Internalizzando il personale Techno Sky in ENAV:

  • verranno stabilizzate le attività istituzionali per garantire che l’investimento già fatto di denaro pubblico non vada perso;
  • non dovranno essere spesi altri soldi pubblici per affrontare il problema sociale dei dipendenti dopo l’appalto assegnato ad altri;
  • non verranno disperse professionalità uniche nel loro genere in Italia;
  • non sarà messa la sicurezza del sistema di supporto tecnico e le relative reti informatiche nelle mani di azeinde e/o potenze estere;
  • saranno dati FUTURO, STABILITA’ e DIGNITA’ ai lavoratori Techno Sky oggi dipendenti da un sistema di affidamenti precario.

L’operazione non costa nulla e fa risparmiare, possibile che debbano essere i dipendenti a dirlo ai dirigenti?

Restate con noi e partecipate alle nostre attività comunicazione e condivisione sono armi potenti, fate conoscere la nostra causa il più possibile!