ORA BASTA DAVVERO! IO SCIOPERO A FERRAGOSTO!

Stampa
I lavoratori di Milano, importante ed strategica realtà di ENAV e di Techno Sky, non possono più essere esclusi dalle trattative!

Quello che succede a Roma vale anche per loro ed hanno il diritto ad essere rappresentati, tanto più che USB, ma anche UGL, hanno molti più iscritti delle strutture sindacali “invitate” per interesse ai tavoli ed insieme hanno la maggioranza assoluta del personale sindacalizzato!

USB è stata fin qui esclusa ed UGL invitata praticamente solo come osservatore, quindi i lavoratori di Milano, Linate e Settepani, stanchi di essere esclusi e presi in giro, hanno deciso che è ora di agire.

Da decenni ci deridono con la nostra appartenenza al “Comparto Trasporti” ed indispensabilmente “funzionali” al servizio di ENAV, proibendoci di scioperare ma senza fermare il traffico.

Abbiamo tollerato per tanto tempo, forse troppo, e certamente noi non abbiamo l’anello al naso, rispetteremo quindi la Costituzione Italiana, che afferma che lo sciopero è un diritto che va garantito, e la legge, che sancisce che può essere limitato solo per contemperarlo agli altri diritti costituzionalmente tutelati.

Quindi due sole possibilità:

  1. diritti parzialmente negati ai cittadini = diritti parzialmente negati ai lavoratori
  2. diritti totalmente garantiti ai cittadini = diritti totalmente garantiti ai lavoratori

Non spetta a noi decidere: la legge stabilisce che le autorità competenti, ENAC ed ENAV, valutino l’impatto delle azioni di sciopero sui servizi erogati e sui diritti dei cittadini, per cui in assenza di limitazioni ai diritti previsti dalla legge sullo sciopero, i lavoratori avranno il loro diritto garantito proprio dall’assenza di ripercussioni previste, anche se è ferragosto.

Se il traffico non sarà limitato sciopereremo anche in presenza di precettazione ministeriale, perché la giurisprudenza ha ormai consolidato che qualsiasi intervento di limitazione dello sciopero in assenza di ripercussioni sui diritti dei cittadini è un abuso.

Ci difenderemo in tribunale da eventuali pareri differenti del Governo e della Commissione, gli uffici legali sono pronti.

Al contrario, se sarà limitato il traffico, ci assumeremo le nostre responsabilità, felici di aver finalmente ottenuto giustizia, una giustizia che ormai nessuno più garantisce e che deve essere conquistata.

COMUNICATO SINDACALE

SCIOPERO E PROPAGANDA A FERRAGOSTO

Ci danno dei venduti perché evidenziamo colpe e complicità degli altri, ci combattono perché abbiamo ragione e se vincessimo noi perderebbero il loro potere, sono conniventi con la DA per escluderci dai tavoli delle trattative perché all’azienda non piace quello che diciamo e rivendichiamo, ma noi siamo e sempre saremo solo dalla parte dei lavoratori, perchè noi siamo lavoratori impiegati in azienda e non funzionari di azienda sindacali che hanno necessità di guadagnare anche se questo costa a coloro che dovrebbero proteggere.

USB aveva ragione su Alitalia, quando ha fatto fallire il referendum sull’accordo di CGIL CISL UIL e UGL che prevedeva 2.000 inutili licenziamenti, USB aveva ragione su ILVA, per la quale ora tutti gli altri sindacati, che erano pronti a firmare migliaia di esuberi, cambiato il governo si accaparrano le sue tesi mai cambiate fin dall’inizio, USB ha ragione in ENAV e la dimostrazione è che la parola internalizzazione era vietata da FIM FIOM UILM e FISMIC ed ora è il cavallo di battaglia di una FIOM che non sa più che pesci prendere dopo i suoi fallimenti per essere andata avanti da sola senza innovare i suoi metodi.

ORA BASTA DAVVERO!

Soli, per ora, ma ben organizzati, abbiamo scelto la nostra strada e la percorriamo a testa alta, l’azienda e gli altri sindacati devono accettare la realtà ed accoglierci al tavolo delle trattative.

SCIOPEREREMO PROVOCATORIAMENTE IL 15 AGOSTO!

Verificando se è vero che il nostro sciopero non ha alcun impatto sull’utenza, come fino ad ora certificato da ENAC, ENAV e Commissione di Garanzia.

Se non sarà fermato il traffico difenderemo il nostro diritto in tutte le sedi deputate e se invece ci saranno disagi accetteremo di pagarne le conseguenze, sarà un investimento ben speso.

Ad ognuno le proprie responsabilità, non spetta a noi decidere, noi rivendichiamo solo il nostro diritto di sciopero, costituzionalmente tutelato e faremo sapere al mondo della nostra decisione attraverso tutta la possibile propaganda, tra cui la distribuzione di materiale informativo a varie riprese e con differenti tempi e date, utilizzando volontari USB di altre aziende, presso le aree adibite alle partenze delle aerostazioni dove è presente una nostra delegazione sindacale.

Fatti e parole nostre, non rubate strumentalmente ad altri.

RSU USB Milano Linate Settepani

Coordinamento RSU USB Techno Sky Nazionale

Scarica la lettera inviata per la proclamazione dello sciopero del 15 agosto

Scarica il comunicato di sciopero originale