LE CHIACCHIERE STANNO A ZERO

Stampa

METALMECCANICI

Ormai le carte sono scoperte, lo sapeva bene Sciascia quando scriveva il suo celebre romanzo Il Giorno Della Civetta, “L’umanità […] la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà“.

Voi volete restare metalmeccanici” è stato lo slogan più usato per combatterci, come se “metalmeccanico” portasse in se una qualche vergogna, noi non lo abbiamo mai pensato, ma, soprattutto, non abbiamo pregiudizi di sorta, i diritti non hanno etichetta se non quella del loro rispetto, oggi noi dimostriamo chi siamo, agli altri fare lo stesso.

L’INTERNALIZZAZIONE PROCEDE

Domani saremo più consapevoli, ma, soprattutto, domani combatteremo la nostra battaglia con più consapevolezza, grazie a tutti coloro che ci hanno sostenuto e che continuano a farlo: non è finita, ci saranno molte altre sorprese ed iniziative a tutto campo.

Comunque vada, abbiamo già vinto.