CONOSCERE IL NUOVO CCNL: COME CAMBIA LA REPERIBILITÀ?

Stampa
CONOSCI IL NUOVO CCNL?

NO?

Beh, allora dovresti leggerlo, ne pubblichiamo in calce una copia con il testo coordinato della sezione Servizi Complementari, così ognuno si potrà rendere conto da solo dei cambiamenti che ci aspettano.

Qualcuno ci ha già atto sapere di non concordare completamente con quanto contenuto nel precedente articolo, questo fa parte della normale dialettica e sicuramente sarà ancora più alterato dopo aver letto questo, ma dato che noi diciamo solo quello che leggiamo e che possiamo provare non abbiamo problemi, il resto lo lasciamo ai mitomani, inventori di fandonie come quella che “passiamo ai trasporti” che di per sé è colma di aspettative, ma quando andiamo a guardare dentro il contratto da questi firmato scopriamo che i metalmeccanici non ci lasceranno, anzi, se possibile potranno provocare danni ancora maggiori che nel passato: vediamo come affrontando per primo l’argomento reperibilità.

PREMESSA: LA RETRIBUZIONE NON AUMENTA

Ci preme ricordare come la DA dopo aver dapprima offerto denaro per applicare questo nuovo CCNL TA ATM parte SP abbia, nel corso del tempo, ridimensionato l’offerta, ed è arrivata al negoziato attuale con il presupposto principale del “costo zero.

Poi, poichè il valore della nuova retribuzione è risultato inferiore a quello attuale, per recuperare il divario ad personam è stato introdotto un “Elemento Individuale di Armonizzazione” che ne colmerà le differenze riportando per chi è già impiegato la retribuzione annua lorda a quella percepita nel 2018, salvo alcune voci, mentre per i nuovi assunti, che evidentemente per certi sindacati non valgono nulla, #CHISSENEFREGA.

Ma se la Retribuzione Annua Lorda non cambierà, vanificando le aspettative milionarie di chi voleva “passare ai trasporti”, comunque cambia davvero molto intorno ad essa, sia per le categorie più basse che per quelle più alte, eccezion fatta peri quadri che sono gli unici a guadagnarci davvero.

LA REPERIBILITÀ DIVENTA RIDICOLA

Tra le voci che cambiano, come premesso, ci sarà la reperibilità che già non fa parte del computo della RAL percepita e quindi non viene stabilizzata a nessuno riducendo il salario annuo futuro a chi ne faceva molta, come i responsabili, ma non è tutto, non resta uguale, ma cala sensibilmente.

Nuovo CCNL TA ATM parte Servizi Complementari, che ricordiamo è stato scritto in solitaria dalla DA coi i sindacati ENAV, l’indennità di reperibilità cambia moltissimo, in qualità e quantità, infatti mentre la nostra attuale reperibilità è normata nell’integrativo e computata a giornata intera, se passerà il si al referendum dal 1° gennaio sarà richiedibile ad ore singole e passerà dagli attuali 18,98 euro lordi per tutti,  che con un moltiplicatore per i notturni ed i festivi la porta a valere fino a 41,76 euro nei festivi, ad un massimo di 11,40 euro lordi al giorno.

I responsabili di area e di sito sanno bene quanto valga per loro.

Perciò al posto di quella del nostro integrativo la reperibilità nel nuovo CCNL TA ATN Servizi Complementari, come leggerete, è esattamente riportata alle modalità ed ai valori del CCNL Metalmeccanico Sezione Quarta Titolo III articolo 6 andando da un minimo di 4,82 euro per 16 ore alle categorie 1, 2, 3 e 3s fino ad un massimo di 11,40 euro per un intero festivo dalls 5S in su.

IL TESTO

Vediamo cosa dice il testo che verrà applicato:

“La reperibilità potrà essere richiesta secondo le seguenti articolazioni:

  1. oraria;
  2. giornaliera;
  3. settimanale

Quindi, quanto vale un’ora?

Lo si dice in calce alla tabella che si trova nel contratto e che è questa:

B) COMPENSO GIORNALIERO C) COMPENSO SETTIMANALE
Livello 16 Ore (Giorno Lavorato) 24 Ore (Giorno Libero) 24 Ore Festive 6 Giorni 6 Giorni con Festivo 6 Giorni con Festivo e Giorno Libero
1-2-3 4,82 7,22 7,81 31,10 31,89 34,29
4-5 5,72 8,99 9,63 37,61 38,25 41,52
Superiore al 5° 6,58 10,81 11,40 43,71 44,30 48,52

“L’importo orario di reperibilità viene determinato dividendo per 16 gli importi espressi nella prima colonna (16 ore – giorno lavorato) della precedente tabella”.

A questo punto, a parte il fatto che chi ha negoziato l’ipotesi di accordo si è scordato di modificare le categorie della tabella, si passerebbe da un minimo attuale di 18,98 euro ad uno di 4,84 che non sembra un gran passo in avanti.

Se poi si considera che diventando quella di base dei metalmeccanici potrà essere richiesta ad ore, si andrà da un minimo di 30 centesimi ad un massimo di 41 l’ora per le categorie più alte, festivi compresi.

PER IL TOC SARÀ FONDAMENTALE E LARGAMENTE USATA

Tutto scritto per bene nero su bianco e considerato che nel futuro non soli i capi ne saranno affetti, perché con l’avvento del TOC, il nuovo Technical Operation Centre che la DA sta allestendo le cui slides ufficiali trovate in calce, sicuramente il personale sarà impiegato sempre meno in turni statici e sempre più in reperibilità… ora forse cominciate a capire, cosa c’è dietro il miraggio del denaro rincorso inutilmente per anni e cosa aveva già in mente la DA per tutti noi!

Tante speranze per finire danneggiati da qualcuno obnubilato dalla sua stessa cieca ingordigia e presupponenza, ora sarebbe intelligente ammettere l’errore ma non ci aspettiamo tanto coraggio: nessuno ammetterà a costo di dover subire: danni subito e futuro sempre più nero per tutti.

Per questo articolo può bastare, ma non è finita, vi rimandiamo alla prossima puntata potendo però già immaginare che chi voterà si ad un simile contratto sarà un vero… fate voi, a noi non piace offendere nessuno, offendeteli voi, oppure offendetevi da soli.

Noi, come sempre, vi aspettiamo, per togliere di mezzo tutti questi problemi basta iscriversi ad USB, diventare nostro attivista e formare il nostro futuro con le nostre stesse mani: via i metalmeccanici sia fisicamente che per contratto!

VOTA NO AL REFERENDUM, RINNOVIAMO L’INTEGRATIVO ED INTERNALIZZIAMO: FUORI I METALMECCANICI DAL NOSTRO SINDACATO!

Scarica il testo Coordinato CCNL TA ATM Servizi Complementari

Scarica le slides ufficiali del progetto TOC