E ADESSO INTERNALIZZIAMO!

Stampa

ASPETTIAMO DA UN ANNO E MEZZO

Ma anche di più e come al solito abbiamo buona memoria: era il 4 aprile 2017 quando scrivevamo “Non abbiamo mai mostrato interesse per la trattativa in corso e continuiamo a non averne molto, l’obiettivo è chiaro ed inalterato, per questo chiediamo di definire al più presto la cosa ed guardare avanti, restare fermi e divisi come oggi non è utile a nessuno.

Oggi, a distanza di un anno e mezzo diciamo FINALMENTE!

Nonostante il lungo calvario del referendum che ha regole variabili in corso d’opera non siamo intenzionati a contestare nulla, continuiamo a pensare che questo “passaggio di settore” in condizioni non chiare sia un errore, ma .

ADESSO IL RE É NUDO DAVVERO

Come ricordiamo le nostre parole, ricordiamo anche le parole degli altri: era il 26 giungo 2018 quando la FIOM, nel suo comunicato di chiamata allo sciopero, iniziava con “Come Fiom-Cgil e come Coordinamento nazionale delle RSU abbiamo aperto una vertenza per: l’internalizzazione della società Techno Sky in Enav“.

La stessa frase era poi reiterata identica ad inizio del successivo comunicato del 2 luglio 2018, per la seconda azione di sciopero… adesso non diteci che stavate scherzando!

L’INTERNALIZZAZIONE É UN OBIETTIVO COMUNE

Abbiamo usato per primi la parola internalizzazione, ma il concetto viene da lontano: i fatti sono iniziati con le cause che quasi 200 tecnici, sostenuti esternamente proprio dalla FIOM che ha così il primato ideale, promuovevano un ricorso in tribunale per essere assunti da ENAV, in altre parole volevano essere internalizzati a far data dallo scorporo di Techno Sky da Vitrociset avvenuto nel 2006.

Occorsero anni perchè la cassazione decidesse che la domanda era stata mal formulata chiudendo il caso senza vincitori nè vinti, domanda sbagliata ma richiesta legittima tutto da rifare.

Nel frattempo la proposta aziendale di adottare il “nuovissimo” CCNL TA ATM bloccava ogni iniziativa impegnando il coordinamento nazionale, FIOM in testa, nei tre anni di discussioni che conosciamo.

É FINITA

Oggi è finita, terminato lo spoglio delle schede, sia che passerà il SI piuttosto che il NO, questo inutile ostacolo sarà posto alle spalle e potremo marciare uniti, se lo vorremo, dipenderà forse dalle organizzazioni sindacali, ma maggiormente da noi.

Come USB per continuare da soli dobbiamo crescere, avere iscritti ed eleggere altre RSU, altrimenti avere alleati tra coloro che si sono riservati il posto al sole, gli iscritti ai sindacati metalmeccanici che resteranno in Techno Sky in forza di questo accordo.

Dateci forza e vinceremo, UNITI.

Dite alle vostre RSU di unirsi a noi nella lotta o delegittimatele iscrivendovi ad USB.

Il passaggio di settore è fatto, adesso internalizziamo davvero!

 

Leggi il nostro articolo del 4 maggio 2017 sul passaggio di settore

Scarica il Comunicato FIOM del 26 giugno 2018 “per l’internalizzazione”

Scarica il Comunicato FIOM del 2 luglio 2018 “per l’internalizzazione”